Studiare Diritto Facile

Categoria: Schema Diritto

A grande richiesta, il video che spiega come studiare procedura penale!

Prima però una doverosa premessa valida per affrontare un po’ tutte le procedure.

Lo studio della procedura penale, civile, amministrativa, tributaria ecc. si differenzia leggermente dalle cosiddette materie sostanziali.

Studiare un diritto sostanziale (ad esempio diritto civile, diritto penale, diritto amministrativo o qualsiasi altro diritto) ti richiede di conoscere semplicemente degli istituti e, ove necessario, saperli collegare tra loro in base a vari criteri (connessione logica, affinitià, differenza ecc.).

Nelle procedure, questa prospettiva di conoscenza degli istituti di per sé sola non basta!

La procedura, infatti, come dice la parola stessa è un “procedere“, pertanto ad una conoscenza statica (es. conoscenza di cosa sono le indagini difensive, di qual’è il contenuto del ricorso al T.A.R. o di quali sono le ipotesi di nullità dell’atto di citazione) richiede l’affiancamento di una conoscenza dinamica. Si tratta cioè di sapere dove si colloca ogni istituto all’interno del procedimento che stai studiando. In alcuni casi potrebbe collocarsi in un punto solo (es. l’atto di citazione si colloca solo all’inizio del processo civile), in altri casi potrebbe collocarsi lungo tutta la durata del procedimento (es. sussistenza dei presupposti processuali, operatività del principio del contraddittorio).

schemi-di-dirittoSe sei arrivato alla saggia conclusione che studiare direttamente da un manuale universitario (o qualsiasi altro libro) sia una soluzione poco efficace e che fare degli schemi di diritto sia la soluzione migliore, questo articolo fa a caso tuo. La questione è la seguente:

Schemi di diritto: meglio leggere prima tutto il libro e poi schematizzare, oppure fare un po’ di pagine per volta?

Questa è la domanda che mi ha posto uno studente dopo aver visto il video sul metodo e letto l’ebook “studiare diritto è impossibile se non sai come farlo“. La domanda è più che lecita per cui, come al solito ho preparato un breve video per rispondere a tutti coloro che se la sono posta. Lo puoi vedere cliccando nell’immagine qui sotto.

il-processo-civileImmagina un prof. universitario che entri in classe e dichiari: “Signori, visto che oggi è il primo giorno del corso di procedura civile, voglio darvi una panoramica di cos’è il processo civile! Ve lo spiegherò come se dovessi spiegarlo a mio figlio di 10 anni“… E dopo una simile premessa con lessico gergale e qualche disegnetto cretino vi spiega in meno di 20 minuti come funziona nelle aule di tribunale (e non sui libri di università) il processo civile.

Non credo che un professore di questo tipo esista, sarebbe decisamente sconveniente e minerebbe il lustro della professione.

Tuttavia stai tranquillo, ci sono io!

Se anche tu hai iniziato a frequentare le lezioni di procedura civile e ti sei chiesto “ma cacchio, perché non mi dicono prima a grandi linee come funziona un processo e poi tutto il resto della filastrocca?!“… dicevo se anche tu ti sei fatto come me -a suo tempo- questa domanda, ora la risposta c’è.

Il processo civile spiegato a mia nonna (grande donna ma di umili origini e cultura modesta): in modo atecnico, senza analisi di casistiche particolari, senza eccezioni alla regola senza eccezioni alle eccezioni… semplicemente quello che succede nei fantastici tribunali Italiani che per emettere una sentenza di primo grado ci mettono anche 10 anni! Insomma quello che diresti all’uomo della strada se ti chiedesse “scusa ma come funziona se voglio fare causa al mio vicino di casa?“.

Se sei alle prese con materie come storia del diritto romano, storia del diritto medievale e moderno, filosofia del diritto… e simili, oggi ho pronto un contenuto speciale per te. Qualche giorno fa una studentessa annoiata dalla Storia del Diritto Medievale e Moderno, mi ha chiesto qualche consiglio per riuscire a focalizzare le informazioni più importanti e per memorizzarle.

Per risponderle ho preparato un video, in cui non solo le do dei consigli operativi immediatamente applicabili, ma spiego uno dei capisaldi del metodo Studiare Diritto Facile® ovvero: 

l’arte di rendere l’indice una vera e propria mappa di studio.

Il manuale che prendo come esempio operativo è Storia del Diritto Moderno in Europa 1, di Adriano Cavanna, quello adottato dalla studentessa che mi ha scritto. Mi è arrivato venerdì pomeriggio e in meno di due ore sono riuscita a farmi un’idea di massima del suo contenuto, sufficientemente dettagliata per darle degli input operativi. Capisci  bene che se nel giro di due ore ti riesci a fare un’idea di massima dei contenuti, nel giro di una settimana un libro così (sono poco più di 600 pag.) lo divori, SE HAI IL GIUSTO METODO!

E ora stop alle chiacchiere… buona visione!

P.S. se il tuo problema non è la storia del diritto ma materie ben più toste, allora ti invito a cliccare qui!

storia del diritto

 

 

mautic is open source marketing automation